Alluvioni in Europa raddoppiate in 35 anni

I risultati di una ricerca assicurativa nell’articolo del Guardian, che sottolinea la stretta correlazione tra il cambiamento climatico, l’inurbazione continua, e gli effetti devastanti di un’accresciuto pericolo alluvionale nelle città. [English version below🇬🇧].

Il numero di inondazioni devastanti che scatenano i versamenti assicurativi è più che raddoppiato in Europa dal 1980, secondo una nuova ricerca da Munich Re, la più grande compagnia di riassicurazione al mondo.

Gli ultimi dati dello studio mostrano oltre 30 eventi alluvionali che hanno richiesto pagamenti assicurativi in Europa lo scorso anno, e la tendenza climatica è destinata ad accelerare le temperature di riscaldamento.

Globalmente, il 2016 ha visto 384 inondazioni, a fronte di 58 nel 1980, anche se il maggior aumento proporzionale riflette probabilmente le protezioni delle inondazioni e gli standard di costruzione più bassi nei Paesi in via di sviluppo.

Ernst Rauch, il capo del centro clima aziendale di Munich Re, ha dichiarato: «Le alluvioni insieme con le tempeste sono i due pericoli in cui abbiamo il più grande aumento della frequenza in tutto il mondo. In Europa abbiamo visto un forte aumento di questi eventi di piena legati alla grave forza delle tempeste. La frequenza di inondazioni è aumentata in maniera drastica rispetto al 1980».

[…]

Otto delle dieci catastrofi naturali mortali in Europa dal 1980 hanno avuto luogo negli ultimi 13 anni, secondo i dati di Munich Re. Fenomeni come i terremoti sono compresi in quelli della società, ma oltre il 90% delle catastrofi naturali registrati dal 1980 sono state legate al clima.

Preoccupante il tasso di eventi meteorologici estremi, che sembrano essere in aumento in tutto il mondo, con 750 catastrofi naturali dello scorso anno, a fronte di una media annuale di 590 negli ultimi dieci anni. La cifra media degli ultimi 30 anni era di 470 disastri all’anno.

🇬🇧

The number of devastating floods that trigger insurance payouts has more than doubled in Europe since 1980, according to new research by Munich Re, the world’s largest reinsurance company.

The firm’s latest data shows there were 30 flood events requiring insurance payouts in Europe last year – up from just 12 in 1980 – and the trend is set to accelerate as warming temperatures drive up atmospheric moisture levels.

Globally, 2016 saw 384 flood disasters, compared with 58 in 1980, although the greater proportional increase probably reflects poorer flood protections and lower building standards in the developing world

Ernst Rauch, the head of Munich Re’s corporate climate centre, said: “Flood events together with wind storm events are the two perils where we have the biggest increase in frequency worldwide.

“In Europe, we’ve seen a steep increase in flood events related to severe convective [thunder] storms. The frequency of flash floods has increased much more than river floods since 1980.”

Eight of the 10 deadliest natural catastrophes in Europe since 1980 have taken place in the past 13 years, Munich Re’s data shows, and one of the other two incidents was not weather-related.

Phenomena such as earthquakes are included in the company’s figures, but more than 90% of the natural catastrophes logged since 1980 have been climate-related.

Worryingly, the rate of extreme weather events appears to be increasing around the world, with 750 natural catastrophes last year, compared with an yearly average of 590 in the past decade. The 30-year mean figure was 470 disasters a year.